Palazzo Carida Ramirez

Di chiaro gusto spagnolesco questo palazzo è ubicato in piazza Concordia, la piazza più grande del paese. È realizzato su due livelli con arcate al piano terreno e una loggia finemente decorata al piano nobile. Le volte sono abbellite da affreschi dell’Ottocento, e vi è una splendida terrazza vista mare. Da sempre luogo fondamentale della vita cittadina, questo palazzo ha ospitato le scuole primarie fino agli anni settanta, le successivamente è stato  un centro di primo soccorso. Ad oggi il Palazzo ospita alcune associazione cittadine, la sede dell’Unione dei Comuni Terra di Leuca, la biblioteca, il centro di informazione turistica, la sala conferenze e il “Centro di Documentazione del Territorio”. Presso il Centro di Documentazione del territorio è possibile ammirare copia del “Tesoretto di Salve”, una rara collezione di 68 monete antiche risalenti dalla metà del IV sec. a.C al III sec. a. C.

 

CASE A CORTE

Sono le tipiche abitazioni del centro storico salvese, in particolare di via Persico e di via Marsini. Sono caratterizzate dal fatto di far fronte tutte su un unico cortile comune, nel quale si accede mediante un unico portale d’ingresso. È nella corte che si svolgeva gran parte della “vita sociale” dei nostri antenati. Tempi e luoghi caratterizzati da una ricchezza di rapporti umani e da autentica solidarietà.

 

 

Casa a Corte Martella-Stranieri

Sulla chiave di volta dell’arco di ingresso c’è la data 1840, anno di ristrutturazione della corte. Sull’arco a tutto sesto c’è un’iscrizione in latino “Parva sed apta mihi” (Piccola ma adatta a me).

Casa a corte Placì

E’ un esempio di case a corte tra le più grandi, infatti vivevano otto famiglie. La peculiarità di questa casa è quella di avere due uscite: una verso la campagna e una verso il mare, quest’ultima era la via di fuga in caso di attacco dei pirati.

Casa a Corte Nutricati

Risale al XVII secolo e vi abitavano cinque famiglie. È caratterizzata da tre cortili intorno ai quali si affacciavano le abitazioni.

Casa a corte Rasciale

Anche questa casa a corte risale al XVII secolo e rispetto alle altre aveva nel cortile un’immagine sacra, quella della Madonna “Portinaia”. Un’altra caratteristica di questa casa a corte è quella di avere al suo interno una casa a torre: la scala sulla destra conduce ad un’abitazione che si sviluppa in altezza ornata da beccatelli, vale a dire quegli elementi architettonici che servivano a sostenere le parti sporgenti dei castelli e di altri edifici storici come le torri.

Casa a corte Passaseo

Si trova all’interno di uno spazio semi-pubblico, il vico, ed ha la peculiarità di svilupparsi su tre livelli degradanti rispetto al livello stradale.

Casa a Corte Lotti

Anche in questa casa a corte troviamo un’edicola votiva dedicata a San Luigi e un secondo ingresso su via Persico.

Casa a corte ex Gianfreda

Questa casa è stata restaurata e recuperata come patrimonio edilizio di proprietà comunale ed è stata destinata ad alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica.

Casa a corte Moro-Negro

La corte ospitava quattro famiglie e attualmente, esclusa un’abitazione è stata destinata ad alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica. I servizi collettivi sono stati rimossi.

Log in with your credentials

Forgot your details?