Contenuto principale

Ambiente e qualità del territorio

SAVE THE SEA

Grande mobilitazione dei salentini e dei turisti in difesa dei mari del Salento dalle trivellazioni per la ricerca del petrolio

Domenica 23 agosto a PESCOLUSE (Marina di SALVE) a partire dalle ore 10:30

Conferenza stampa e successiva catena umana a sostegno dei referendum per l’abrogazione di alcuni articoli del Decreto Sblocca Italia e dei Ricorsi presentati dalla Regione Puglia contro i Decreti del Ministero dell’Ambiente che autorizzano le ricerche di petrolio nel mare Jonio e nell’Adriatico.

Alla manifestazione, organizzata dai Comuni di Salve, Castrignano del Capo, Morciano di Leuca e Patù, in collaborazione con Italia Nostra e con l’adesione dei comuni dell’intero Capo di Leuca (Tricase, Ugento, Alessano, Tiggiano, Corsano, Gagliano, Taurisano, Acquarica, Presicce,), della Provincia di Lecce ed il Comitato NO Trivelle Capo di Leuca, mira ad informare ulteriormente i cittadini ed i turisti che in questi giorni sono ospiti sulle coste del Salento dei danni che le attività di ricerca e perforazione possono determinare sull’habitat marino e sulle coste.
La manifestazione inoltre ha lo scopo di sollecitare il Governo a rivedere i programmi e i provvedimenti adottati in materia attraverso la raccolta di firme a sostegno dei referendum e sostenendo il ricorso presentato dalla Regione Puglia.


L’iniziativa sostanzialmente vuole essere il prosieguo delle azioni intraprese dai Sindaci dei Comuni organizzatori attraverso lo sciopero della fame e della manifestazione “Laudato SI – Trivelle NO” tenutasi lo scorso luglio a Leuca, organizzata da Italia Nostra cui hanno preso parte una serie di Associazioni, Comitati e circa 30 amministrazioni comunali salentine.


I punti di ritrovo per la formazione della catena umana sono sulle spiagge di:
Leuca, Felloniche, San Gregorio, Torre Vado (area porto e sorgenti), Posto Vecchio di Salve, Pescoluse, Cabina e Torre Pali.


La catena che si formerà sulle spiagge del litorale di Salve sarà lunga ben cinque chilometri ed interesserà oltre cinquantamila bagnanti.


Alla manifestazione hanno già dato la loro adesione:SAVE THE SEA
il Presidente della Provincia, Antonio Gabellone, il batterista dei Negramaro Danilo Tasco, il regista Edoardo Winspeare, il presidente del Movimento Regione Salento, Paolo Magliaro oltre che i parlamentari ed i consiglieri regionali salentini.